User Experience Design Development

Il Marchese Guglielmo Malaspina del fu Azzolina


Diplomatico 0310/331
1364, gennaio 24, Gragnola, Massa Carrara
Il marchese Guglielmo Malaspina del fu Azzolina vende a Bartolomeo del fu Ruzerio di Parma i diritti che ad esso competono e che competeranno nei confronti del marchese di Massa e Corsica Cappone del fu Andrea [Pallodi] detto “Materassa” e di suo figlio Giovanni, riguardo ad un casa con orto nelle vicinanze di Massa, in località Bagnara, al prezzo di duecento fiorini d’oro.
Originale
Supporto:membranaceo mm 455 x 172
Segni di convalida:Presente il “signum tabellionis” del notaro estensore
Sigilli n.:0Sigilli originali n.:0
Persone (Nome – Ruolo nel doc.):Bartholomeus qd. Ruzerii de ParmaMalaspina, Guglielmo di AzolinoPallodi, CapponePallodi, Giovanni di CapponeNicolaus qd. ser Petri de MonteEstensore
Toponimi: Bagnara (Bagnarae/Balnarie vicinia) (Massa, Massa Carrara) Massa (Massa Carrara)
Scheda redatta il:20/11/2007da:Paola Cervia

Trigona della Floresta

http://dati.san.beniculturali.it/SAN/produttore_SIAS_san.cat.sogP.54535

rdf:typesoggetto produttorefamigliaeac-cpf:family
rdfs:labelTrigona della Floresta
dc:titleTrigona della Floresta
dc:descriptionSi vuole – la famiglia Trigona – originaria di Svezia, e passata in Sicilia nel secolo XIII. Godette nobiltà in Catania, Siracusa, Piazza, Palermo; possedette il principato di Sant’Elia, il ducato di Misterbianco, i marchesati di Canicarao, Dainammare, Floresta, Roccabianca; le baronie di Aliano, Alzacuda, Sant’Andrea, Sant’Antonino, Azzolina, Belvedere o Nicastro, Bessima, Bonfallura, San Cono, San Cosmano, Cugno, Cutumino, Dainammare, Dragofosso, Fontana Murata, Frigentini, Gatta, Gimia Sottana, Grottacalda, Imbaccari, Misilini, Mandrascate, Montagna di Marzo, Rabuggini, Salina Pantano del Rovetto, Molini di Piazza, Sinagra, Scitibilini, Spedalotto, Santo Stefano di Mistretta, Ursitto.
dc:date(secc. XIII – )
ha date esistenza(secc. XIII – )
ha luogo Ambito TerritorialeSicilia
ha statusProvenienzaSAN:TesauroSAN/scheda_pubblicata
abstractSi vuole – la famiglia Trigona – originaria di Svezia, e passata in Sicilia nel secolo XIII. Godette nobiltà in Catania, Siracusa, Piazza, Palermo; possedette il principato di Sant’Elia, il ducato di Misterbianco, i marchesati di Canicarao, Dainammare, Floresta, Roccabianca; le baronie di Aliano, Alzacuda, Sant’Andrea, Sant’Antonino, Azzolina, Belvedere o Nicastro, Bessima, Bonfallura, San Cono, San Cosmano, Cugno, Cutumino, Dainammare, Dragofosso, Fontana Murata, Frigentini, Gatta, Gimia Sottana, Grottacalda, Imbaccari, Misilini, Mandrascate, Montagna di Marzo, Rabuggini, Salina Pantano del Rovetto, Molini di Piazza, Sinagra, Scitibilini, Spedalotto, Santo Stefano di Mistretta, Ursitto.
scheda provenienza hrefhttp://www.archivi-sias.it/Scheda_soggetto_famiglia.asp?FiltraSoggetto=300080013
scheda SANhttp://san.beniculturali.it/web/san/dettaglio-soggetto-produttore?id=54535
ha luogoProduttoreSicilia
eac-cpf:hasPlaceSicilia
è produttore diTrigona della Floresta
forma autorizzata produttore
eac-cpf:authorizedFormTrigona della Floresta
record provenienza idIT-ASCT-CF300080013
sistema provenienzaSIAS
dc:coverageSicilia
is ha produttore ofTrigona della Floresta

Malaspina di Fosdinovo

http://dati.san.beniculturali.it/SAN/produttore_SIAS_san.cat.sogP.55019

rdf:typesoggetto produttorefamigliaeac-cpf:family
rdfs:labelMalaspina di Fosdinovo
dc:titleMalaspina di Fosdinovo
dc:descriptionIl casato origina dai discendenti di Azzolina, fratello di Spinetta il Grande. Facevano parte dei possedimenti della famiglia, oltre a Fosdinovo, anche Gragnola, comprendente Massa e Montignoso. Nel corso della prima metà del secolo XV Massa, insieme con i centri di Carrara, Moneta e Avenza furono contesi tra Lucca e i marchesi Malaspina. Forte dell’appoggio di Firenze, Antonio Alberico riuscì ad ottenere Massa e la sua vicarìa nel 1442. In seguito alla suddivisione tra gli eredi Massa toccò al figlio Jacopo che vi trasferì anche la sua residenza. La moglie Taddea, figlia del conte Francesco Pico della Mirandola, nominò erede universale uno dei due figli, Alberico, il quale a sua voltà, non avendo avuto figli maschi, lasciò il titolo ed i beni ad una delle figlie, Ricciarda. Questa sposò Lorenzo Cybo, erede di una illustre famiglia genovese, e diede inizio al casato dei Cybo Malaspina. Bibliografia: E. REPETTI, Dizionario geografico fisico della Toscana, Firenze 1835. G. ZANZANAINI, I Malaspina di Lunigiana, 1986. E.BRANCHI, Storia della Lunigiana feudale, Pistoia 1897 (copia anastatica, Bologna 1971), voll. III.
dc:date(sec. XIV – 1553)
ha date esistenza(sec. XIV – 1553)
ha luogo Ambito TerritorialeLunigiana, Massa
ha statusProvenienzaSAN:TesauroSAN/scheda_pubblicata
abstractIl casato origina dai discendenti di Azzolina, fratello di Spinetta il Grande. Facevano parte dei possedimenti della famiglia, oltre a Fosdinovo, anche Gragnola, comprendente Massa e Montignoso. Nel corso della prima metà del secolo XV Massa, insieme con i centri di Carrara, Moneta e Avenza furono contesi tra Lucca e i marchesi Malaspina. Forte dell’appoggio di Firenze, Antonio Alberico riuscì ad ottenere Massa e la sua vicarìa nel 1442. In seguito alla suddivisione tra gli eredi Massa toccò al figlio Jacopo che vi trasferì anche la sua residenza. La moglie Taddea, figlia del conte Francesco Pico della Mirandola, nominò erede universale uno dei due figli, Alberico, il quale a sua voltà, non avendo avuto figli maschi, lasciò il titolo ed i beni ad una delle figlie, Ricciarda. Questa sposò Lorenzo Cybo, erede di una illustre famiglia genovese, e diede inizio al casato dei Cybo Malaspina. Bibliografia: E. REPETTI, Dizionario geografico fisico della Toscana, Firenze 1835. G. ZANZANAINI, I Malaspina di Lunigiana, 1986. E.BRANCHI, Storia della Lunigiana feudale, Pistoia 1897 (copia anastatica, Bologna 1971), voll. III.
scheda provenienza hrefhttp://www.archivi-sias.it/Scheda_soggetto_famiglia.asp?FiltraSoggetto=550160011
scheda SANhttp://san.beniculturali.it/web/san/dettaglio-soggetto-produttore?id=55019
titolo nobiliaremarchesi
ha luogoProduttoreLunigiana, Massa
eac-cpf:hasPlaceLunigiana, Massa
è produttore diArchivio Malaspina di Fosdinovo marchesi di MassaArchivio ducale di Massa
forma autorizzata produttore
eac-cpf:authorizedFormMalaspina di Fosdinovo
record provenienza idIT-ASMS-CF550160011
sistema provenienzaSIAS
dc:coverageLunigiana, Massa
is ha produttore ofArchivio Malaspina di Fosdinovo marchesi di MassaArchivio ducale di Massa